Home / News / Cà D'Oro inizia il 2021 in crescita. Continua la partnership con Friulia
event

Cà D'Oro inizia il 2021 in crescita. Continua la partnership con Friulia

Visita dell’assessore regionale Bini e della Presidente di Friulia Seganti oggi nella realtà specializzata nella lavorazione e commercializzazione del marmo e del granito. L’azienda ha recentemente ottenuto un intervento finanziario da Friulia per l’espansione commerciale

Trieste, San Giorgio di Nogaro (UD), 18 maggio 2021 – Si è tenuta oggi la visita dell’assessore regionale alle attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini e della Presidente di Friulia Federica Seganti presso gli stabilimenti di Ca’ D’oro, realtà di San Giorgio di Nogaro (UD) attiva nella lavorazione e commercializzazione del marmo e del granito.

L’azienda ha recentemente ottenuto da Friulia un intervento complessivo di 2,5 milioni di euro, di cui 500 mila euro destinati ad un aumento di capitale e 2 milioni di euro per un finanziamento pluriennale dedicato allo sviluppo commerciale. Friulia ha così consolidato la partnership con Ca’ D’oro iniziata nel 2016 e che proseguirà anche nei prossimi anni.

Una scelta che si sta rivelando vincente, visti gli ottimi risultati sul fronte del volume d’affari che, nei primi 4 mesi del 2021, è aumentato del 30% rispetto allo stesso periodo del 2019 e del 50% rispetto al primo quadrimestre del 2020. Dati importanti che derivano anche dalle vendite nei settori dell’edilizia e dell’arredamento ed in crescita rispetto ad un già positivo 2020, che si era chiuso con un fatturato di 24,7 milioni di euro.


Nel bilancio complessivo un ruolo determinante è costituito dalle esportazioni, che costituiscono il 90% dei ricavi totali e sono ripartite su clienti provenienti da tutta Europa e marginalmente anche dal resto del mondo. La crescita delle vendite, soprattutto all’estero, ha convinto Ca’ D’oro ad espandere ulteriormente la propria presenza sul mercato internazionale, che vedrà nei prossimi mesi l’apertura di una nuova sede di una società controllata in Germania. 

Ca’ D’oro è nata nel 1988 a San Giorgio di Nogaro, dove mantiene lo stabilimento principale ed ha sempre puntato ad offrire un prodotto di alta qualità ampliando progressivamente i propri orizzonti di mercato in Italia e all’estero. Un percorso di successo che, nel 2002 e nel 2006, ha visto l’apertura di due nuovi stabilimenti a Cavaion Veronese (VR), cuore del Distretto italiano del settore lapideo, e a Carrara. Una scelta vincente che ha favorito un’organizzazione più strutturata a livello territoriale e, contestualmente, ha permesso di aumentare e diversificare la clientela.

L’assessore regionale alle attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini ha dichiarato: “Ca’ D’oro è un esempio della capacità imprenditoriale che guarda al futuro proiettandosi in una dimensione internazionale, destinata a consolidare gli obiettivi e a rafforzare l’azienda, a vantaggio dell’economia del territorio e del mondo del lavoro. Una realtà che sa crescere e si distingue lungo un percorso che non poteva non essere supportato in questi anni dalla Regione, in un tessuto economico produttivo che ha saputo cogliere il cambiamento, facendo dello sviluppo e della innovazione i paradigmi della sua crescita”.    


Pietro Andreola, fondatore e azionista di riferimento di Ca’ D’Oro ha inoltre dichiarato: “A seguito degli ottimi risultati in termini di ricavi raggiunti nell’anno 2020, progressivamente recuperati nel corso dell’esercizio nonostante il periodo di lock-down e riportati indicativamente a quelli dell’anno 2019, abbiamo avuto conferma dalla fine del terzo trimestre 2020 che il settore della lavorazione e commercio della “pietra naturale” presentava una uniforme vivacità con una domanda di prodotti del settore che proiettava a concrete prospettive di crescita nonostante il peggioramento nell’autunno della situazione sanitaria Covid-19 interna ed estera. 
Il supporto finanziario di Friulia ha permesso di rimodulare gli impegni finanziari precedentemente contratti e pianificare con ingegno ed anticipo la strategia degli acquisti della materia prima e della produzione interna ed estera per il 2021. 
Essendo anche forti importatori, i segnali ricevuti prima della fine dell’anno 2020 di un costante aumento dei noli nave, noli dei containers e dei trasporti in generale, sono stati concretamente mitigati da accordi commerciali concordati con le controparti a valori e quote tali da permettere la preservazione del margine economico dell’azienda ed alla contestuale pianificazione economico-finanziaria pluriennale”. 

“Oggi abbiamo potuto vedere con i nostri occhi il grande lavoro che l’azienda porta avanti da oltre 30 anni grazie anche al supporto di Friulia che affianca Ca’ D’oro fin dal 2016 – ha sottolineato la Presidente di Friulia Federica Seganti. “La nostra recente decisione di rinnovare la partnership si sta rivelando vincente e sono convinta che il business plan improntato all’espansione commerciale all’estero, ma che prevede di mantenere salde le radici nella nostra regione, consentirà all’azienda di confermare un ruolo di primo piano anche in futuro”.
 

2021_05_18_Cadoro
DSC_4776
DSC_4779
DSC_4789
DSC_4801
DSC_5374
DSC_4825
DSC_5304
DSC_5321
DSC_5308
DSC_5315
DSC_5387
Le ultime news
15 Novembre 2021
Pezzutti Group inarrestabile con Friulia: oltre 100 nuove risorse assunte e fatturato cresciuto del 30%
Presentati i risultati dell’azienda di Fiume Veneto (PN) attiva nella lavorazione sostenibile di materie plastiche. All’evento presente anche il Presidente del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga
Scopriarrow_forward
13 Ottobre 2021
Friulia finanza l'arte digitale
La finanziaria regionale investe 200mila euro ed entra nel capitale di Poetronicart, start-up innovativa con sede a Trieste che ha realizzato Art Village, piattaforma digitale dedicata al mondo dell’arte
Scopriarrow_forward
14 Luglio 2021
Friulia: 1 milione di euro per lo sviluppo di Officine FVG
La finanziaria regionale avvia una partnership con la società attiva nel settore automotive Supporto finanziario e consulenza per sostenere l’espansione commerciale e l’ampliamento dell’attività nei segmenti delle vetture ibride ed elettriche.  Oggi la visita dell’Assessore Bini, del Sindaco Furlani e della Presidente Seganti alla sede di Campoformido (UD)
Scopriarrow_forward